I Bnei Noa’h : 7 Leggi per l’Umanità

I figli di Noe e la Torah d’Israele

Un saluto ai Ben Noa’h italiani e del Mondo

La società odierna insegna all’Uomo la Teoria che lo vuole all’apice dell’Evoluzione, inviando satelliti nello spazio, cercando l’Acqua su Marte ecc. mentre un tempo era scimmia.

L’Ebraismo parla della storia dell’Umanità e possiamo citare due nozioni fondamentali:

  • la Discesa delle Anime
  • il Castigo di ‘Ham nella Torre di Babele

Rispettare 7 leggi significa vivere i propri giorni distinguendo il puro dall’impuro: Noa’h stesso in base a questo principio e a quanto ordinatogli accoglie 7 coppie tra gli animali puri e una sola coppia per gli altri. Essendo capace di distinguerli, la saggezza trasmessa da Adamo era nota a tutta l’Umanità. Noa’h si é distinto in quanto Giusto tra gli Uomini per aver applicato la legge.

Mosaico del Calendario con le scritture ebraiche ritrovato in una Sinagoga in Israele nel Sud della Galilea

Secondo il calendario ebraico luni-solare la storia dell’Uomo avrà nel prossimo Rosh HaShana 5780 anni e si divide in tre periodi di 2000 anni :

  • 2000 anni in cui l’Uomo era più simile agli angeli che agli uomini odierni, da Adamo, Noè con giganti e persone ultracentenarie, da Abram a Babele con forze mistiche capaci di far tremare i Mondi Celesti inferiori
  • 2000 anni di uomini simili a noi ma profeti, ebrei e non ebrei, da Abrahamo a Re Davide ad Ezra lo Scriba
  • 2000 anni di esilio in cui gli uomini hanno perso la profezia e la She’khina-Presenza Divina è in Esilio
  • 1000 anni per Shabbat

Questa cronologia è chiamata Discesa delle Anime ossia che ogni nuova Generazione viene a riparare gli errori di quella precedente. Le capacità spirituali, etiche e morali sono inferiori a quelle dei secoli scorsi (pensiamo ad un Montaigne, alla legislatura Romana, alle Piramidi) la nostra tecnologia è unica nella storia ma manchiamo di Saggezza.

Chi investirebbe miliardi di dollari per cercare dell’Acqua nello spazio, vivendo in un pianeta costituito di 3/4 d’acqua, dove l’inquinamento è in espansione ?

Pagina del Midrash, epoca Medioevale

Nei primi 4000 anni di storia, nessun uomo negava la presenza di un Creatore bensì la finalità della Creazione.

A causa della morte di 24 000 maestri in 30 giorni circa, 2000 anni fà Israele é costretto a mettere per iscritto la tradizione orale con la Mishna ed il Midrash.

La Torah scrive nel capitolo 11 della Genesi Parasha Noa’h che dopo il Diluvio le cui acque bollenti invecchiarono la superficie della Terra gli Uomini iniziarono a costruire la Torre di Babele al fine di proteggersi da un ulteriore castigo divino. Tutti parlavano la stessa lingua ma a causa della ribellione il linguaggio fu confuso e furono dispersi.

La Torre di Babele secondo la tradizione: le rovine causavano l’Ombra per tre giorni di marcia

Il Midrash in Genesi Rabba insegna « la Nazione di ‘Ham figlio di Noè fú trasformata in scimmie durante la caduta della Torre di Babele. »

Non tutta l’Umanità quindi, solamente i discendenti di ‘Ham i quali sono citati in Divrei Yamim Le Cronache 1 come Egizi, Etiopi e parte dei popoli di Cana’an.

Da Enosh a Nimrod e da Bilaam a Ciro, si discuteva su come servire il Cielo e su quale fosse il percorso che l’Uomo doveva seguire. Non approfondiremo l’argomento qui ma diciamo che qualcosa è cambiato con la scelta di Abramo e parte della sua progenie Isacco e Giacobbe-Israele permettendo 400 anni dopo la nascita di Isacco, la Rivelazione al Monte Horev oggi conosciuto come Sinai.

Abrahamo convertiva gli Uomini ad esempio Eli’eser Eliseo e Sarah le Donne al Monoteismo, ossia come servire il Creatore. Lo stesso Abrahamo dovette respingere parte della sua progenie, da Ishmaele ai 6 figli avuti dopo la morte di Sarah Gen.25:1 quindi solo parte della sua progenie, assieme ai convertiti dell’Uscita d’Egitto, scelgono di diventare i Sacerdoti delle Nazioni.

Il Clero delle Nazioni : La Guida del Noa’hismo

Una donna ebrea che recita la benedizione sulle Candele per accogliere Shabbat.

Viene ordinato al popolo d’Israele « Siate un popolo di Santi perché io sono Santo » Santo in ebraico si dice Kadosh e significa Separato. Cosa accade al resto dell’Umanità ?

Una santità è necessaria per evitare altre distruzioni : Abrahamo non costruirà l’Arca ma Israele custodendo le mitzvoth per l’Umanità, ha il compito di guidarla. Servendo il Creatore, l’Umanità capirà il ruolo specifico affidatole e, grazie ai suoi meriti, contribuirà a riportare la Presenza Divina su Terra.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: