Meghilat Ruth: la principessa convertita

A Shavuot, siamo abituati a leggere il Libro di Ruth, il racconto della sua conversione e del suo matrimonio con Boaz che ha portato alla nascita del Re David e, più tardi, di Machia. Analizzando alcuni aspetti di questa storia, saremo in grado di comprendere meglio gli insegnamenti relativi alla festa di Shavuot. Ostacoli, SacrificiContinua a leggere “Meghilat Ruth: la principessa convertita”

Moshe Dayan ed Il Monte del Tempio #JerusalemDay

Come è scritto nel Talmud, “Dieci misure di bellezza sono stati versate sul Mondo, nove delle quali su Gerusalemme” e il Giorno di Gerusalemme vediamo la bellezza della città in tutta la sua gloria “, ha affermato Yaakov Hagoel, vice-presidente dell’Organizzazione Mondiale Sionista. Qualche ora fà, abbiamo ugualmente ricordato l’anniversario della nascita di Moshe Dayan,Continua a leggere “Moshe Dayan ed Il Monte del Tempio #JerusalemDay”

Bamidbar Deserto e Numeri: il Senso dell’Esistenza dell’Uomo

Alla vigilia della festa di Shavuot, che celebra il dono della Torah, iniziamo il quarto libro del Pentateuco, quello di Bamidbar conosciuto dalle Nazioni come Numeri. La prima parasha porta sempre il nome del Libro, in questo caso sia Nel deserto ma troviamo la radice del verbo Parlare Medaber: indica il luogo in cui iContinua a leggere “Bamidbar Deserto e Numeri: il Senso dell’Esistenza dell’Uomo”

Hilula di Rabbi Moshe ‘Haïm Luzzatto di Padova: il Sionismo Religioso del XVIII secolo

È noto che per studiare Cabala ossia la Mistica ebraica, quarto livello di conoscenza della Torah, bisogna essere “uomini, sposati, avendo compiuto almeno 40 anni” ed aver studiato sia la lingua ebraica che il Talmud (quindi Halakha ebraica) scupolosamente. Tuttavia, oggi parleremo di uno dei più grandi maestri del nostro popolo, Rabbi Moshe ‘Haïm LuzzattoContinua a leggere “Hilula di Rabbi Moshe ‘Haïm Luzzatto di Padova: il Sionismo Religioso del XVIII secolo”

5° capitolo delle Massime dei Padri – Mishna Avot

בַּעֲשָׂרָה מַאֲמָרוֹת נִבְרָא הָעוֹלָם. וּמַה תַּלְמוּד לוֹמַר, וַהֲלֹא בְמַאֲמָר אֶחָד יָכוֹל לְהִבָּרְאוֹת, אֶלָּא לְהִפָּרַע מִן הָרְשָׁעִים שֶׁמְּאַבְּדִין אֶת הָעוֹלָם שֶׁנִּבְרָא בַעֲשָׂרָה מַאֲמָרוֹת, וְלִתֵּן שָׂכָר טוֹב לַצַּדִּיקִים שֶׁמְּקַיְּמִין אֶת הָעוֹלָם שֶׁנִּבְרָא בַעֲשָׂרָה מַאֲמָרוֹת Con Dieci Parole è stato creato il Mondo: e che si volle con ciò insegnare? Non sarebbe potuto essere creato con una sola?Continua a leggere “5° capitolo delle Massime dei Padri – Mishna Avot”

Il Numero 13 e l’Amore nell’Ebraismo. Insegnamento del Ben Ish ‘Hai di Bagdad

Oggi é il 13° giorno del Calendario Ebraico ed é usanza leggere 13 volte il Salmo 13 per chi desidera ricongiungersi con l‘Anima Gemella. Può sembrare fiabesco e fuori moda ma é un noto insegnamento del Ben Ish ‘Hai e, se in alcune tradizioni il 13 ha una connotazione negativa, nella Lingua Santa Lashon HaKodeshContinua a leggere “Il Numero 13 e l’Amore nell’Ebraismo. Insegnamento del Ben Ish ‘Hai di Bagdad”

Massime dei Padri, 4° capitolo

Shalom a tutti gli amici del Giardino !Affrontando le 7 settimane che separano Pessa’h da Shavuot (Pasqua e Pentecoste ebraica) dedichiamo il nostro studio alle Massime dei Padri Mishna. In questo 28° Giorno del Conto dell’Omer È la ultimo momento per Netza’h – L’Eternità ed in particolare allo spazio che la Regalità può avere sulContinua a leggere “Massime dei Padri, 4° capitolo”

22° giorno dell’Omer: La Bontà nell’Eternità ? Elevarsi col prossimo #PentecosteEbraica

Durante le lezioni del Giardino, abbiamo visto chi sono le persone che la Torah chiama “Il prossimo” : la nostra famiglia, i nostri vicini, i membri della nostra comunità… Mentre “lo Straniero” é il Convertito, colui che ha abbandonato tutto per l’amore di D’io e del popolo d’Israele. Notiamo quindi che il prossimo non éContinua a leggere “22° giorno dell’Omer: La Bontà nell’Eternità ? Elevarsi col prossimo #PentecosteEbraica”