La Monolatria nell’Ottica Noa’hida

Il Bene é piú forte del Male

Per Monolatria si intendono tutte quelle credenze di determinate religioni che dichiarano la loro fede ad una sola divinità, senza però escludere l’esistenza e il culto di uno o più dèi minori in un modo consapevole e dichiarato e comunque comunemente accettata. Tipica ad esempio è la figura del diavolo che in certe religioni diventa una sorta di dio minore pur essendo un ribelle.

Questo confine è sottile ed il dio minore esempio del diavolo diventa addirittura superiore al dio principale manifestando questa superiorità nel regno del nostro mondo terrestre, negli Inferi ecc sotto il suo dominio.

La monolatria ha un confine labile sia con l’idolatria di cui la monolatria è una sorta di evoluzione verso il monoteismo che con l’edonismo cui ne è sostanzialmente una variante.

Culto Iperdulia o della Madre

Altre religioni partendo da una monolatria scivolano spesso nella pratica ad un edonismo ciclico a seconda dei bisogni della collettività ad esempio il culto iperdulia dove di fatto avviene un’adorazione della madre della divinità maggiore o inferiore per richiedere miracoli soccorsi ringraziamenti ecc.

Alla luce di questa breve spiegazione sarebbe opportuno rivalutare e chiederci…

Quali religioni e culti sono realmente Monoteisti ?

Rabbino e grandissimo legislatore Maimonide RambaM nato in Spagna, 1135 dopo la persecuzione che gli ebrei subirono dal Califfato Almohade, fuggí in Marocco poi Egitto e divenne il Medico del Re.
Consultava gratuitamente gli ebrei ed i poveri

Il monoteismo professato dal Noachismo è espresso nei 13 principi del Rabbino Moshe ben Maimonide, qui ne elenchiamo alcune nozioni.

  • Credo con fede assoluta che il Creatore, sia benedetto il Suo Nome, è il Creatore e la Guida di tutti gli esseri creati, e che Egli solo ha creato, crea e creerà tutte le cose.
  • Credo con fede assoluta che il Creatore, sia benedetto il Suo Nome, è Uno, Incorporeo, è Il Solo a cui è giusto pregare (…) Credo con fede assoluta nella venuta del Messia (…) e nella risurrezione dei morti **

** Approfondire con i corsi su Derekh HaShem, articolo introduttivo su La Via di D’io di RaMHaL Rabbi Moshe Haïm Luzzatto

La Preghiera é il Mezzo, l’Anima l’Essenza.

Anche se la monolatria come per l’idolatria risulta inaccettabile per il Noa’hismo, essa dimostra comunque il percorso di risalita dell’uomo verso la ricerca del vero D*O tramite quel DNA spirituale insito in ogni uomo. É ovvio che la monolatria sia meno grave del politeismo idolatra soprattutto quello esercitato dai Cananei, Incas o altre civiltà. Il Noachismo odierno si é risvegliato dopo millenni per ritrovare la connessione autentica e primordiale tra l’Uomo ed il Creatore.

Pubblicato da Rebecca

Ebrea ortodossa, nata in Italia, cresciuta in Francia ed israeliana da poco, desidero far conoscere il pensiero e le tradizioni ebraiche, dialogando con rispetto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: